Ispirazioni: Myrna Loy

22 Ott

Nick & NoraIn questo periodo sto riguardando i film della serie dell’Uomo ombra con William Powell e  Myrna Loy.

Si tratta di commedie tinte di giallo, in tutto sei film, in cui i due interpretano marito e moglie, Nick e Nora Charles: lei ereditiera, lui ex investigatore privato. La loro vita è tutta viaggi e feste, salvo poi ritrovarsi ad indagare, insieme al cagnolino Asta, su delitti o rapimenti che coinvolgono amici o parenti.

Sono sempre elegantissimi, molto ironici l’uno con l’altra e perennemente con un bicchiere di Martini in mano. Lui è praticamente un alcolista, consapevole e divertito, ed il fatto è soprendente se si pensa che il primo film è del 1934. Il proibizionismo era finito solo l’anno prima!

In Invito a cena con delitto, film del 1976 scritto da Neil Simon, fra le parodie dei più grandi detective della storia c’è anche quella di Nick e Nora Charles, qui chiamati Dick e Dora Charleston ed interpretati da David Niven e Maggie Smith.

Myrna Loy

Credo che Myrna Loy sia una delle attrici più affascinanti dei tempi d’oro di Hollywood. Io la adoro anche in film come L’intraprendente signor Dick (1947) e La casa dei nostri sogni (1948), nei quali recita insieme a Cary Grant. Rappresenta la donna sofisticata ed elegante che sa destreggiarsi in ogni situazione, quella che si dice una vera signora.

Certo, è anche merito del doppiaggio di Tina Lattanzi, che le ha prestato la voce in molte pellicole, con tanto di birignao, se i suoi personaggi hanno tanto fascino.

Fatto sta che i vecchi film, come quelli con Myrna Loy, sono uno dei motivi per cui studio taglio e cucito. Vestiti come i suoi per ora sono un sogno, ma sono anche l’orizzonte da inseguire.

3 Risposte to “Ispirazioni: Myrna Loy”

  1. ale 22 ottobre 2009 a 4:07 pm #

    Carissima,
    sono d’accordo con te: l’eleganza e la raffinatezza di quei tempi è insuperabile!
    I vestiti delle signore erano davvero chiccosissimi ed anche i primi, avveniristici pantaloni da donna, con la vita alta e fasciante e la piega alla caviglia erano bellissimi (e vestivano benissimo anche le non-taglia-38!). Magari trovarne oggi in vendita nei negozi… o commissionarne a talentuose dell’ago e filo!!
    Cara Rosmilla, complimenti per il blog e per le tue incredibili creazioni, spero di poter imparare anch’io qualcosina oppure, magari con dei ‘tutorial on line di taglio e cucito’ (saresti una pioniera della digital-creative-fashion).
    baci
    ale

  2. rosmilla 22 ottobre 2009 a 4:49 pm #

    Cara Ale,
    grazie…
    ;D
    In realtà tutorial on line di cucito ci sono già, ma l’ostacolo più grande ed esaltante, secondo me, rimane la costruzione del cartamodello.
    Comunque, ti ringrazio per i complimenti, che sono troppi, sto ancora imparando.
    Il cucito è un’arte che richiede tempo, ma dà anche tante soddisfazioni.
    Per qualunque cosa non hai che da chiedere, magari posso aiutarti.

Trackbacks/Pingbacks

  1. L’uomo ombra torna a casa (1944) « - 10 giugno 2010

    […] L’uomo ombra torna a casa, il penultimo di una serie di sei film di cui ho già accennato sul blog, Nick e Nora Charles (Myrna Loy e William Powell) vanno a trovare i genitori di lui fuori […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: