Pantaloni a zampa

24 Mar

O forse sarebbe meglio scrivere “a zampetta”, dato che non si possono definire propriamente a zampa di elefante.

Tessuto: pura lana… a quadri!

Quando si lavora con i quadri bisogna, prima dell’appoggio su stoffa del cartamodello, disseminare gli stessi di spilli.

Disegnando i cartamodelli con il sistema dei quarti (1/2 del davanti – 1/2 del dietro per un totale di 4 parti) l’appoggio si fa sul tessuto messo doppio, con i quadri che devono coincidere o-v-u-n-q-u-e, anche se sono poco evidenti, come in questo caso.

Altrimenti quando si monta il capo, sulle linee di congiuntura, il disegno della stoffa risulta sfasato e si prorompe in un grido d’orrore.

In breve, solo la… ehm… quadratura dei quadri è una fatica, ma se la si fa bene l’effetto finale è professional.

Ora basta, però, con la lana, che sento già aria di mare!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: