Palcoscenico (1937)

1 Nov

La pensione per artiste di Mrs. Orcutt è un vero gineceo di giovani donne in cerca della propria occasione o più semplicemente di un ingaggio che permetta loro di pagare la stanza ed il bollito, unico piatto della casa.

Fra le altre vi sono Terry, Judith e Jean, interpretate rispettivamente da Katharine Hepburn, Lucille Ball e Ginger Rogers.
Nella vita Ginger Rogers fu buona amica di Lucille Ball, mentre di Katharine Hepburn ebbe a dire che era presuntuosa e che sul lavoro non l’aveva mai aiutata. Comunque sia andata, nel 1941 Ginger Rogers vinse il suo unico oscar come migliore attrice protagonista per il ruolo di Kitty Foyle, che l’anno prima proprio la Hepburn aveva rifiutato.

Gli abiti di Palcoscenico (Stage Door) sono di Muriel King, un’acquarellista e scenografa che, dopo aver lavorato come illustratrice di moda a Parigi, aprì nel ’32 il suo salone sulla Sessantunesima strada di New York.
La King era specializzata in look “day-into-evening” e disegnò abiti anche per i grandi magazzini e le operaie. Non per nulla fu la stilista personale di Katharine Hepburn!
A cinquantasette anni lascìò lo stilismo per dedicarsi completamente alla pittura.

Tornando al film, io trovo incantevoli tutti gli abiti, non solo i vestiti da sera, ma anche quelli che le ragazze indossano nel salotto della pensione o nelle prove degli spettacoli o per cercare un impiego. Non si sa chi guardare!

Vi lascio con la trascrizione di uno dei primi dialoghi delle due protagoniste. Tutte queste battute, doppiate da Lydia Simoneschi per Katherine Hepburn e da Wanda Tettoni per Ginger Rogers, sono pronunciate in meno di 2 minuti!

g.r.: davanti a tre grossi bauli I bagagli quando arriveranno?
k.h.: Aspetto il grosso per domani mattina.
g.r.: Allora sarà meglio lasciar qua i bauli e dormir nel corridoio per non far confusione.
k.h.: Davvero? E che cosa faremo allora quando arriveranno i miei cani? Spero che amerete gli animali!
g.r.: Oh, io tanto! Questa camera ne ha già visto qualche esemplare.
k.h.: Sììì, questo si vede.
g.r.: osservando una stola di pelliccia Caccia fresca?
k.h.: Sì, col sale sulla coda.
g.r.: Posso farle qualche domanda personale?
k.h.: Una.
g.r.: Questi bauli sono tutti pieni?
k.h.: Credo, ma non ho in mente di vuotarli per ora.
g.r.: Allora se la stanza fosse troppo piena potremmo dormire nei bauli.
k.h.: Sì certo, una buona idea. Le spiacerebbe darmi una mano? Ah! mi voglia perdonare: non è la cameriera lei?
g.r.: Oh, a volte vorrei esserla! Ahh, che bel vestito! Fatto in casa a tempo perso?
k.h.: Proprio così.
g.r.: Cucina anche?
k.h.: Non grandi cose. La solita cucina di casa.
g.r.: E’ buona a far bollire l’acqua per il tè?
k.h.: prendendo la foto di un anziano signore dall’aspetto distinto Penso che metà del comò sia mia. Le spiace se metto questo qua sopra, dica?
g.r.: Una specie di spaventatarme? Un amico di casa?
k.h.: Se non le dispiace è mio nonno.
g.r.: Suo nonno? Ah, vedo infatti c’è qualche somiglianza, specie nella barba!
k.h.: Direi che è intelligente quest’osservazione per lei.
g.r.: Devo ammettere che come nonno ha un’aria… molto generosa.
k.h.: E’ stato con me sempre gentile.
g.r.: Eppure, se le lasciavano la scelta, ne avrebbe scelto uno molto più giovane di nonno, eh?
k.h.: A quanto vedo, tra le altre virtù avete quella graziosa insolenza frutto di una mediocre educazione!
g.r.: Mmm… Bei vestiti, parlare scelto, eccetera, eccetera.
k.h.: Mmm…Disgraziatamente ho avuto una buona educazione io!
g.r.: Be’, credo che non le servirà a molto qua.
k.h.: A tavola uso forchetta e coltello, spero non vi darà noia!
g.r.: Qua serve solo il coltello. Permette che appenda queste cose per un momento solo? lasciando cadere degli abiti sul pavimento Devo fare il bagno.
k.h.: E’ una buona idea.
g.r.: E dato che qua mezzo guardaroba è suo, se trovasse qualcosa di mio lo getti pure dalla finestra!

2 Risposte to “Palcoscenico (1937)”

  1. Roberta 7 febbraio 2013 a 1:10 pm #

    Bellissimo film! Attrici eccezionali e dialoghi imperdibili! Io sono un’amante delle commedie in bianco e nero e questo film vi assicuro che è davvero delizioso, tiene compagnia e in alcuni tratti sembra quasi di condividere sensibilmente il contesto e la storia del film… Scenografie bellissime e abiti stupendi… Una Katharine Hepburn che dona un’interpretazione impeccabile, brava e bella anche l’affascinante Lucille Ball e la spumeggiante Ginger Rogers… Lo guardo spesso e volentieri, appena l’ho trovato l’ho acquistato in dvd, imperdibile.

    • Rosmilla 7 febbraio 2013 a 4:10 pm #

      Roberta,
      grazie per il commento! Io sono assolutamente d’accordo con te!😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: