In gita: Il Teatro alla Moda al Museo del Corso

11 Nov

Dal 5 novembre al 5 dicembre il Museo del Corso ospita una mostra molto bella: decine e decine di costumi teatrali realizzati da grandi stilisti insieme a bozzetti, figurini e qualche video relativo alle rappresentazioni.

L’ho visitata domenica scorsa e devo dire che sono esposti dei veri capolavori. Non avevo idea di quanto avessero realizzato per il teatro Capucci, Valentino, Armani, Gianni Versace, Missoni, Enrico Coveri, Alberta Ferretti, Antonio Marras, Romeo Gigli, Emanuel Ungaro, Fendi.

Colpa mia del resto, se il primo pannello didattico spiega che il rapporto fra moda e teatro inizia già nella seconda metà dell’Ottocento con le creazioni di Charles Frederick Worth, Paul Poiret, Mariano Fortuny, Lucile Duff-Gordon e si rafforza con Coco Chanel, che su invito di Sergej Pavlovič Djagilev disegna i costumi per Le Train Bleu, nuovo balletto per la mitica compagnia Les Ballets Russes.

La prima fra gli stilisti italiani a creare per il teatro fu Elsa Schiapparelli negli anni Trenta. Poi, nel 1980, fu la volta delle sorelle Fendi per la Traviata, rappresentata a Roma con la regia di Bolognini.
 
Il titolo della mostra, Il Teatro alla Moda, è un omaggio all’omonimo testo di Benedetto Marcello, compositore al quale è dedicato il Conservatorio di Venezia. La prima edizione del suo pamphlet risale al 1720. Benedetto Marcello, che non amava troppo l’opera lirica, ironizza su tutti i difetti di questo genere musicale e, pubblicando in forma anonima, fa del vero e proprio sarcasmo con allusioni specifiche a persone reali. La sua trattazione può considerarsi, non solo un testo satirico, ma anche un contributo alla storia dell’opera.
 
Comunque, gli abiti esposti sono opere difficilmente accessibili al pubblico perché di solito sono conservati nelle collezioni teatrali del Teatro alla Scala, del Piccolo di Milano, del Teatro dell’Opera di Roma, del Teatro Regio di Parma, del Teatro San Carlo di Napoli, o del National Opera di Washington D.C., oltre che nelle collezioni private degli artisti internazionali o delle case di moda.
 
Personalmente mi hanno sorpreso gli abiti di Capucci (che avevo già ammirato a Bracciano) e di Versace e me ne sarei strafelicemente andata portandomi via i costumi realizzati da Marras per Sogno di una notte di mezza estate nel 2008!
 
Qualche foto dei costumi potete vederla sul sito ufficiale della mostra: www.teatroallamoda.it.
Orari: tutti i giorni ore 10.00 – 20.00 (la biglietteria chiude alle ore 19.30). Biglietto intero € 8,00.

2 Risposte to “In gita: Il Teatro alla Moda al Museo del Corso”

  1. vale 11 novembre 2010 a 1:34 pm #

    ma dai?????non lo sapevo….vado di sicuro!!!!!=)

  2. Rosmilla 11 novembre 2010 a 2:47 pm #

    😀
    ciao Vale!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: